Dalla ‘Fabrica’ a Gran Vía, grandi cambiamenti a Madrid

street-view-madrid-gran-via

Forse non avrei potuto chiedere di meglio. Partecipare attivamente agli ultimi mesi di crescita e sviluppo di un progetto nato nel 2013 per poi vederlo ‘acquisito’ da parte di un nuovo media digitale. Acuerdo diventerá parte integrante di V** (gli asterischi garantiscono la riservatezza della notizia che vi sto dando), il cui obiettivo é ambizioso: diventare un punto di riferimento stabile e aggiornato per gli spagnoli che vogliono ‘farsi un’opinione’ di ció che succede nel paese.

Sarebbe tutto perfetto se non fosse che questo comporterá il trasloco della redazione. Entro maggio abbandoneremo l’amata Fabbrica di Scatole per trasferirci in Gran Vía, in un ufficio che non é un co-working e che é tutto meno che un luogo informale.

Trovarmi dentro queste situazioni mi entusiasma, se non altro perché si ha la sensazione che tutto sia in movimento, che si stiano cercando soluzioni nuove e che non si voglia rimanere seduti ad aspettare che il tempo passi. L’ambiente cambierá molto, cosí come le modalitá di lavoro quotidiano e gli obiettivi di chi dirigerá il sito (che non condivido appieno).

Le idee nascono anche da questi cambiamenti. Assaggeró un’altra fetta di “giornalismo moderno” e proveró a prenderne le parti migliori scartando ció che non mi convince. 

Cosa abbiamo fatto in questo secondo mese? Incontrato un sacco di gente: professori, disegnatori e sviluppatori web, colleghi. Ognuno di loro mi ha trasmesso qualcosa, tento sempre di usare piú le orecchie che la bocca (mi viene male).

Ieri per esempio ero al Matadero per la festa organizzata da El País in occasione del rilancio del mensile di tendenza Tentaciones, di cui la mia amica-collega-direttore-tutora é collaboratrice. Il tipico posto dove mai mi sarei aspettato di trovarmi, ma tant’é.

TENTACIONES2015mayo001

In redazione, abbiamo pubblicato uno speciale sui migranti che partono dalle coste libiche per raggiungere Lampedusa, ma siamo rimasti un pó delusi dal risultato complessivo. Stiamo continuando a maneggiare alcuni database per costruire un’inchiesta-bomba sugli ospedali della Comunitá di Madrid.

Nel frattempo mi hanno rubato il cellulare a El Rastro. Sí, sotto casa. Sí, come un qualsiasi turista che fa compere lí la domenica mattina. Stavo comprando un cd di Paco de Lucia con questa canzone.

Buena vibra, si procede spediti, hasta pronto!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s